Dora Salce Pianist

Biografia

Dora Salce inizia a soli tre anni la sua formazione come ballerina classica in Italia e rivela molto presto il suo versatile talento artistico. Attraverso l’evidenziata dote nel ballo la sua particolare sensibilità per la musica classica viene decisamente plasmata e all’età di 11 anni decide di intraprende lo studio del pianoforte. Il suo prococe talento e la sua forza comunicativo- creativa vengono rapidamente riconosciuti e conseguentemente promossi.

Ben presto vince numerosi concorsi nel suo paese, tra cui nel 1998 il concorso internazionale “Città di Teramo”, in occasione del quale il celebre violinista Felix Ayo la definisce “fuoriclasse” e dichiara: “Notevole musicalità e padronanza dello strumento. Attenta nel fraseggio musicale e nella cura delle dinamiche sonore, Dora Salce ha dimostrato soprattutto di aver elaborato per la sua età, sia un giusto rapporto tra la sensibilità personale e le possibilità dello strumento, sia di essere attenta e libera criticamente dai giudizi e dalle osservazioni”

Nel 1996 vince il concorso pianistico Premio Seiler a Roma che la porta a suonare per la prima volta in Germania con i pianoforti Seiler coinvolgendo il pubblico con la sua spiccata professionalità e avvincente sensibilità.

Diplomatasi al Conservatorio Luisa D ́Annunzio di Pescara, Italia , con lode e menzione d ́onore sotto la guida di Filomena Montopoli, prosegue i suoi studi all ́estero ricevendo con lode la Laurea di musicista presso la Staatlichen Hochschule für Musik Karlsruhe, Germania, nella classe di pianoforte di Michael Uhde. È di questo periodo la registrazione degli "Années de pèlerinage en Suisse" di Franz Liszt per la Southwest Radio (SWR), Studio Karlsruhe.

Nel 2006 supera la severa e rinomata selezione d ́ingresso nella classe di Rudolf Buchbinder presso la Hochschule für Musik Basel, Svizzera dove consegue con successo il Konzertdiplom Klavier nel 2009.

Dal 2006 al 2009 approfondisce contemporaneamente nella stessa Università lo studio della Musica da Camera nella classe di Sergio Azzolini. Dora Salce dimostra rapidamete una particolare presdisposizione verso la musica d’insieme, riconosciuta in particolar modo dal rinomato fagottista che scrive di lei: Dora Salce è una musicista molto sensibile. Il suo particolare talento non è riferito solo all’ambito solistico, bensì anche a quello cameristico. Ho avuto modo di ascoltarla in situazioni di musica da camera, dove era riconoscibile la sua forza comunicativa con la quale riesce a trascinare i suoi partner musicali. Le sue particolari forze risiedono nel suono, il quale conferisce al pianoforte un timbro vocale.

Grazie alla vincita di una borsa di studio concessa dall’ École Normale de Musique de Paris, frequenta l'École Normale de Musique de Paris Alfred Cortot con Marian Rybicki ottenendo nel 2010 il Diplome Supérieur d ́Enseignement con Honneurs.

Nel 2011 consegue con lode il Master Specialized Music Performance mit Vertiefung in Kammermusik und Liedgestaltung nella Zürcher Hochschule der Künste (Zurigo) sotto la guida di Friedeman Rieger.

Presso la stessa Università frequenta anche lo studio del clavicembalo che influenza e rafforza notevolmente la sua empatia per le opere di Domenico Scarlatti.

Nel contempo amplia la sua esperienza musicale seguendo masterclasses internazionali di Pianoforte e Musica da Camera con personalità rinomate quali Pavel Vernikov (Zurigo, Svizzera), Bruno Canino (Milano, Italia), Boris Petrushansky (Imola, Italia), Irina Berkowich (Gerusalemme, Israele), Yonty Solomon (Londra, Inghilterra), Evgeni Koroliov (Amburgo, Germania), Joaquin Soriano (Fulda, Germania), Homero Francesch (Zurigo), Eugenio Bagnoli (Venezia, Italia).

Numerosi premi aggiuntivi quali Borse di Studio, erogate da Enti ed associazioni di prestigio confermano il suo particolare talento musicale: Fondazione Cini, Venezia (2002-2004) ; Associazioni Husmann e Eppur si muove, Zurigo (2008); Fondation pour des bourse d ́etudes Italo-Suisse, Ginevra (2010). E' vincitrice del Concorso internazionale di Guardiagrele, Italia, nel 2006, e nel 2008 del concorso pianistico internazionale Yamaha Music Foundation of Europe in seguito al quale viene costantemente invitata per rappresentare i pianoforti Yamaha in concerto.

Dora Salce svolge attività concertistica sia in qualità solistica che in formazioni da camera in importanti sale da concerto e teatri tra i quali: Auditorium del Caravita, Teatro di Marcello, Roma; Biennale, Teatro La Fenice, Venezia; Teatro Flaiano, Pescara; Basilica Santa Maria di Loreto, Forio, Ischia; Philharmonie, Kleiner Saal, Berlin; Tribühne Norderstedt, Hamburg; Velte Saal, Hochschule für Musik, Karlsruhe; Seiler Konzertsaal, Kitzingen am Main; Conservatoire de Musique, Genève; Konzertsaal, Toni Areal, Zürich; Angelika-Kaufmann-Saal, Schwarzenberg, Österreich; Alfred Cortot Saal, Paris; Philharmonic Hall, Lviv, Ukraine.

Il suo ricco repertorio che spazia dal Barocco alla Musica Moderna comprende, oltre a vari programmi di musica da camera e concerti per pianoforte e orchestra, anche brani solistici innovativi del 20°/21° secolo.

Dora Salce è attualmente docente di pianoforte principale presso il Conservatorio "Umberto Giordano" di Foggia.

(placeholder)